IT: Navigation mit Access Keys

close

Chi siamo

  

Procap è la principale associazione svizzera di autoaiuto di e per persone con disabilità. Annovera più di 21 000 soci suddivisi in una quarantina di sezioni regionali e una trentina di gruppi sportivi.

 

Obiettivi

Difendiamo le persone con disabilità in questioni di varia natura per consentire loro di: 

  •  integrarsi in maniera naturale e paritaria nella vita sociale; 
  • ottenere buone opportunità lavorative e formative;
  • muoversi senza barriere architettoniche;
  • partecipare alla vita culturale e sociale;
  • ottenere gli aiuti finanziari necessari a condurre un’esistenza dignitosa e autodeterminata.

Perseguiamo una società più inclusiva che rispetti ogni essere umano, con le sue piccole o grandi disabilità, con i suoi pregi e i suoi difetti.

  

Servizi e attività

Attualmente in Svizzera vivono 1,8 milioni di persone con disabilità. Procap le sostiene, indipendentemente dall’età e dalla forma di handicap, proponendo loro: 

  • assistenza vitale a domicilio;
  • consulenza in materia di edilizia e forme abitative a misura di handicap;
  • aiuto giuridico nelle questioni relative alle assicurazioni sociali;
  • attività sportive, viaggi, proposte di svago e formazione;
  • difesa dei loro diritti in ambito politico.
  

Collaboratori e sostenitori

Procap conta circa 1700 volontari, molti dei quali sono a loro volta disabili. I loro compiti consistono nell’assistere i soci nelle attività quotidiane o nei viaggi, offrendo loro un importante sostegno.

In qualità di associazione di utilità pubblica, Procap si finanzia anche con le donazioni. Gode del sostegno regolare di circa 100 000 donatori e di numerose aziende e istituzioni pubbliche e private che manifestano così la propria solidarietà con le persone disabili.

  

  

Fondata nel 1930 da Henri Pavid (1893-1949) con il nome di Associazione svizzera degli invalidi, Procap è un'associazione di autoaiuto nata allo scopo di difendere gli interessi delle persone con disabilità. All'epoca, Pavid e i suoi sostenitori sollecitarono l'introduzione di un'assicurazione nazionale per l'invalidità che garantisse un reddito minimo alle persone affette da handicap. Il loro impegno fu premiato decenni più tardi, con l'entrata in vigore nel 1960 della legge federale sull'assicurazione per l'invalidità.